Le Spose del Grand Hornu (2017)

  • di Paolo Carboni e Carmina Conte
  • 50min

GRATUITO

Disponibile fino al 30 aprile



enter image description here

SINOSSI

Ambientato tra il bacino carbonifero del Sulcis Iglesiente e quello del Grand Hornu, il film racconta - attraverso una serie di interviste inedite, intercalate da immagini realizzate suoi luoghi di lavoro o provenienti dall’archivio della Cineteca Sarda - il dramma dei minatori sardi emigrati in massa nelle miniere di carbone del Belgio negli anni ’50, in seguito agli accordi sottoscritti dal governo italiano con quello belga, attirati dal miraggio di una vita migliore. Il miraggio di una vita migliore, del lavoro sicuro e ben retribuito fu invece un grande inganno, le loro vite consumate fra immani sacrifici, un lavoro terribile e una difficile integrazione. Il racconto si dipana in un ‘ottica originale: quella dello sguardo delle donne, fidanzate, giovani spose, che seguirono i loro uomini e quelle rimaste nella terra di origine, per scelta o per casualità. Tutte accomunate dallo stesso tragico destino: vedove anzitempo, e non a causa di tragedie come quelle di Marcinelle, agosto 1956, ma per le condizioni tremende di un lavoro e per le gravi malattie provocate dalla miniera.

Menzione Speciale al Concorso Nazionale “Storie di emigrati Sardi” nel 2009.


Paese

Italia, Belgio